20/02/21

Buona Quaresima 2021!

 Quaresima! Bisogno di Resurrezione! Ognuno di noi ha nel cuore , soprattutto quest'anno, un bisogno di una resurrezione che non si allontani ogni giorno di più dal nostro orizzonte, ma che ci venga incontro anche se i nostri occhi e molto spesso la nostra quotidianità ci nascondono l'evidenza di un processo irreversibile di resa dei conti: cosa resta dopo questa lunga o breve, piccola o grande quaresima che stiamo attraversando non solo a livello personale , familiare, nazionale e globale? In questi ultimi anni ho fatto diversi traslochi, e mai come in queste esperienze ho toccato con mano di quanta inutilità c'è nella nostra vita: una inutilità di cose, di accumuli di ciò che potrebbe servire e che non solo non è servito fino ad oggi ma non servirà nemmeno domani e spesso non serve nemmeno agli altri a cui li lasceremmo per forza quando andremo incontro al Padre a mani vuote, perché gli altri hanno bisogno di cose nuove, di cose che piacciono a loro, che sono funzionali alla loro età, alla loro generazione così lontana e diversa dalla nostra! E il peggio viene anche quando ti rendi conto dell'inutilità di certi rapporti , fatti di apparenza, di buona educazione, di un lasciar vivere gli altri come è giusto che sia anche se nel cuore e nella testa siamo lontani migliaia di kilometri pur restando vicini, ma salvando una pace e una serenità che in fondo è un'altra sicurezza che ci teniamo stretti per non sprofondare in questa...quaresima della nostra esistenza. Ma in fondo ad ogni cuore c'è un bisogno insopprimibile di libertà, di leggerezza, di bellezza, di verità, che sarà l'unica strada che ci condurrà alla Resurrezione! Si tratta forse solo, come ci ha ricordato ancora una volta Papa Francesco, non di rinunce e fioretti ma di aprirci all'Amore del Padre per ritrovare armonia e speranza!


30/12/20

Buon Anno

 Che dire? Davanti a queste immagini una sola domanda si può ancora fare a stessi e magari anche a quanti amiamo: ma dove stiamo andando? Ma dove vogliamo andare? Ma cosa lasciamo qui del nostro aver camminato sulla terra? Solo macerie? Solo dolore? Solo lacrime e ferite sempre aperte? Gesù l'ha chiesto ai discepoli: anche voi ve ne volete andare? E Pietro senza sapere cosa stava dicendo ha risposto: Signore da chi andremo? E se la pandemia, un terremoto, un uragano ci indicassero ancora una volta un altra strada da percorrere? Che Dio ce lo conceda non solo per il prossimo anno, ma per ogni istante un cui potremo ancora dire: sono viva e voglio vivere un Vita vera. Buon fine anno e buon anno nella speranza perché questa è ancora la sola certezza da vivere. Vicina al popolo Croato con tutto il cuore!


https://youtu.be/GrEliNe5yGs


24/12/20

BUON NATALE SI, BUON NATALE SEMPRE !

Carissime tutte e tutti quelli che non riesco a raggiungere personalmente, alla fine di questa Novena, con il Natale che spalanca la porta del nostro cuore , cioè con la Buona Notizia che il Signore ha voluto regalare a noi sorelle superstiti del Monastero di San Colombano, con un infinito senso di gratitudine per quanto mi ha dato e ci ha dato in questi due anni, di gioie e di sofferenza, auguro a tutti e soprattutto al Carmelo Teresiano di essere ancora e finchè Dio vorrà, quella Luce e quella carezza che Lui è stato ed è per noi e che ci chiede ancora oggi e forse molto più di ieri di essere per tutti i nostri fratelli e sorelle e nelle nostre comunità. Buon Natale con gli auguri di chi ha rilevato il nostro monastero e si appresta ad aprire il nuovo CENTRO SANTA TERESA a San Colombano! << Ogg: Re: BUON NATALE
>>Grazie di tutto, a Voi ed allo Spirito Santo.
Possiamo iniziare a lavorare insieme, in comunione nel Signore, voi con la Preghiera del cuore e dello spirito, noi con la Preghiera del servizio e delle opere.
Anche se sarete sparse nel Mondo il Signore vi invita a pregare per i
giovani che accoglieremo nel vostro monastero. Giovani molto sofferenti, perché possano trovare la luce e la Sua carezza che a loro e non solo a loro manca.
Un caro saluto e buon S. Natale a voi e alle vostre nuove consorelle
Andrea B.>>

 

08/11/20

Buona domenica!


 Oggi nel giorno della festa di una mia consorella santa morta giovanissima a causa di una gravissima malattia, voglio condividere una testimonianza, una delle tante, che ci è arrivata da una comunità, una famiglia di tante sorelle giovani e meno giovani, che vivono la loro vocazione in un monastero di clausura, dove loro malgrado, è entrato con tutta la sua forza il Covid e che stanno lottando per farlo uscire di casa e dalla loro vita, con fiducia e speranza. Negare non serve a niente, nascondere la gravità nemmeno, urlarlo ai 4 venti dalla mattina alla sera non aiuta nessuno, ma farci coraggio a vicenda e testimoniare la forza dell'amore che si può vivere nonostante tutto, questo forse può rendere i nostri giorni con gli occhi e il cuore colmo di speranza. Buona domenica!

"Carissima Madre e sorelle,

ringrazio il Signore di questo momento tranquillo che riesco a condividere con voi quanto stiamo vivendo e aggiornarvi sulla nostra situazione.
Prima di tutto ringrazio tutte delle preghiere e dei vostri messaggi pieni di affetto che mi hanno commosso tantissimo.
Stiamo vivendo una vera e propria avventura nuova ogni giorno!
Siamo risultate tutte positive al covid-19 e in questi giorni stiamo attraversando la fase più difficile anche se la viviamo con grande serenità, ci aiutiamo a vicenda, con tanta disponibilità da parte di tutte e questo per me è il dono più grande: la pace tra noi, la fiducia che tutto andrà bene, il Signore è qui e provvede ad ogni necessità con tanta tenerezza.
Purtroppo il virus ha preso le vie respiratorie chi più, chi meno, forte debolezza...
Siamo in terapia con cortisone e antibiotico e integratori antivirali, siamo seguite e accompagnate dai medici specializzati dell'USCA che collaborano con il primario infettologo, visitano a domicilio evitando l'ospedalizzazione fin d'ora è possibile.
Sono sempre disponibili anche al telefono, sono giovani e sta nascendo una bella amicizia.
Le nostre due anziane di oltre 80 anni, sr G. e sr E. sono all'ospedale, sr G. ancora con sostegno respiratorio, ma non in terapia intensiva, sono state ricoverate in tempo e tutto procede bene.
Le nostre tre sorelle ultra novantenni...la nostra centenaria, sr MP. e sr C. di 94 anni combattono da tanti giorni con la febbre alta e supportate con l'ossigeno. Fino ad oggi se la stanno cavando bene, per me è un miracolo. E questo grazie all'amore delle sorelle che le accompagnano più da vicino giorno e notte.
Sr Ge. anche ha la febbre ma procede benino. Oggi compie 93 anni!
Io ( ho 49 anni!) ho ricevuto l'esito dell'ecografia, ho la polmonite virale da covid-19 ma non grave, posso stare qui, evitare per ora la tac e l'ospedale ma tenendo sotto controllo i valori.
Non sono l'unica toccata ai polmoni anche tra le giovani, ma ancora è da accertare meglio la situazione di tutte.
Abbiamo preparato per ognuna una tabella con la terapia di ognuna.
Ogni giorno, anche due volte, monitoriamo tutte: febbre, saturazione, pressione, respiri...e registriamo tutto con cura.
Questo alleggerisce molto il lavoro dei medici che hanno tante chiamate perché il contagio è alto e tante persone hanno bisogno come noi.
In questo modo ci accorgiamo subito da sole se qualcosa non va...
Da subito ci siamo organizzate molto bene e la nostra casa respira un clima calmo e silenzioso...anche troppo!
Finché risulteremo tutte negative, e ci vorrà tempo,....dobbiamo mantenere tutte le precauzioni previste:
distanza, mascherina, gel, arieggiare sempre, usiamo carta anche per i piatti...
Rispettando queste precauzioni ci incontriamo in questo modo: la mattina per la Liturgia della Parola e la Comunione eucaristica e la sera per i vespri ma stando sedute e ascoltando in silenzio, leggono le due sorelle che stanno meglio, è l'unico modo per non
affaticare la respirazione e poter stare insieme... ne sentiamo il bisogno, così dopo ci diamo le notizie, chiariamo le varie cose, condividiamo e ci incoraggiamo, ci siamo fatte anche qualche risata...
Il refettorio alle stesse condizioni, self service...ogni giorno i nostri amici a turno ci portano il cibo cotto fresco ogni giorno, sano e buonissimo sempre! E non solo, ci fanno la spesa, ci portano le medicine, altre cose utili... stiamo sperimentando tanto bene, tanto amore da tutti.
Arriverà in questi giorni anche un aiuto per pulire e disinfettare la casa, è necessario, ho detto alle sorelle che dopo i servizi strettamente necessari, dobbiamo riposare il più possibile ed evitare ciò che può aspettare o affaticarci.
Impossibile rispondere al telefono che dal primo giorno squillava continuamente. Il pochissimo tempo lo dobbiamo dedicare a seguire le sorelle, soprattutto le più deboli.
Così abbiamo messo un messaggio automatico che aggiorniamo. Ogni giorno ascolto i messaggi e richiamo dove è necessario. Ognuna chiama ogni giorno la propria famiglia e le persone più strette che aspettano notizie....disinfettando ogni volta il telefono!
Poi ci sono stati combattimenti vari con i giornalisti, poi con la Croce Rossa... ma ogni cosa si è risolta bene!
Per me il momento più difficile è aver dovuto chiamare in pochi giorni 4 volte l'ambulanza e il pensiero di come le sorelle avrebbero passato la notte, perché è chiaro ormai per noi che è un virus imprevedibile e ballerino, la situazione cambia da un momento all'altro, peggiora e migliora improvvisamente.
Ma "tutto posso in Colui che mi dà forza!" Fin'ora il Signore mi ha donato pace e calma, luce e forza anche se dal 22 ottobre che sr C. è risultata positiva non ho avuto un momento di tregua dalla mattina prestissimo alla sera tardi, le cose da gestire sono tantissime.
Ma Gesù ci ha precedute e aperto lui la strada e tanto volentieri faccio tutto quello che posso per sollevare le sorelle.
Vi chiedo di pregare per me perché possa continuare ad accompagnare ciascuna fino alla piena guarigione e di iniziare insieme una vita nuova.
In questo tempo viviamo l'essenziale: Gesù solo, il sevizio di amore fraterno, la preghiera per tanti fratelli, partecipando nella nostra carne alle loro stesse sofferenze.
Tutto è grazia! Tutto concorre al bene di coloro che amano Dio, per coloro che sono stati chiamati secondo il suo disegno.
Abbiamo saputo con dolore di P. S. e dei nostri Padri... ma siamo fiduciose e preghiamo perché vada tutto bene e passare presto.
Affidiamo tutti alla Vergine Maria e a S. Giuseppe
Con questa fiducia vi mandiamo un forte abbraccio, vi ringraziamo e vi chiediamo di pregare per noi, anche noi preghiamo per voi.
Sr M.F. e sorelle "

Preghiera alla Santissima TRinità di santa Elisabetta della Trinità ocd:
“Mio Dio, Trinità che adoro, aiutami a dimenticarmi interamente per fissarmi in te, immobile e tranquilla come se la mia anima fosse già nell’eternità. Niente possa turbare la mia pace ne trarmi fuori di te, o mio immutabile; ma che ogni istante mi immerga sempre più nella tua profondità del tuo mistero.”

09/10/20

Una chiesa che da speranza.Grazie Papa Francesco!

 <<C’è bisogno di una comunità che ci sostenga, che ci aiuti e nella quale ci aiutiamo a vicenda a guardare avanti. Com’è importante sognare insieme! […] Da soli si rischia di avere dei miraggi, per cui vedi quello che non c’è; i sogni si costruiscono insieme».[6] Sogniamo come un’unica umanità, come viandanti fatti della stessa carne umana, come figli di questa stessa terra che ospita tutti noi, ciascuno con la ricchezza della sua fede o delle sue convinzioni, ciascuno con la propria voce, tutti fratelli!>> Papa Francesco. Allora come ora :FRATELLI TUTTI!

Imagine

 

Imagine there's no heaven
It's easy if you try
No hell below us
Above us only sky
Imagine all the people
Living for today... 

Imagine there's no countries
It isn't hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion too
Imagine all the people
Living life in peace... 

You may say I'm a dreamer
But I'm not the only one
I hope someday you'll join us
And the world will be as one 

Imagine no possessions
I wonder if you can
No need for greed or hunger
A brotherhood of man
Imagine all the people
Sharing all the world... 

You may say I'm a dreamer
But I'm not the only one
I hope someday you'll join us
And the world will live as one

 


Testo della canzone (Traduzione in italiano)

Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 

Immaginate

 

Immaginate che non ci sia alcun paradiso
Se ci provate è facile
Nessun inferno sotto di noi
Sopra di noi solo il cielo
Immaginate  tutta le gente
Che vive solo per l’oggi

Immaginate che non ci siano patrie
Non è difficile farlo
Nulla per cui uccidere o morire
Ed anche alcuna religione
Immaginate tutta la gente
Che vive la vita in pace

Si potrebbe dire che io sia un sognatore
Ma io non sono l’unico
Spero che un giorno vi unirete a noi
Ed il mondo sarà come un’unica entità

Immaginate che non ci siano proprietà
Mi domando se si possa
Nessuna necessità di cupidigia o brama
Una fratellanza di uomini
Immaginate tutta le gente
Condividere tutto il mondo

Si potrebbe dire che io sia un sognatore
Ma io non sono l’unico
Spero che un giorno vi unirete a noi
Ed il mondo sarà come un’unica entità.