02/12/07

Spazio d'aria pura

Ciao, dopo tanti problemi vissuti in questi giorni per mettere insieme il blog ( forse li avevo causati io stessa, ma non essendo pratica è facile che mi succeda) e grazie all'aiuto ricevuto, sono di nuovo qui a trasmettere alcune riflessioni che mi accompagnano in queste mie giornate, in monastero. Ho sentito di un sondaggio che c'è stato di recente, in cui veniva messo in evidenza che le donne sono accanite fumatrici di sigarette, molto più degli uomini. Prima di entrare in convento, anch'io lo ero e fumavo davvero tanto. Ricordo ancora la battuta che mi fece la mia Superiora, quando le confidai che fumavo quasi due pacchetti di sigarette al giorno. Lei mi rispose:<< non ti preoccupare, in convento non ci sono i tabacchini!>> E così, data l'assenza dei tabacchini, ho potuto smettere di fumare in un modo così semplice che oggi mi sembra una delle più grandi fortune che mi siano capitate nella vita. Non ci ho guadagnato solo economicamente, ma soprattutto nella salute e molto di più in libertà. Mi sono sentita così libera di non essere più schiava di quel pezzo di fumo che oggi non so cosa farei per aiutare chiunque a vivere la stessa esperienza. L'anno scorso, il Papa, parlando dei monasteri, ha detto che sono come dei polmoni verdi in mezzo alle città, e questo mi ha fatto capire una volta di più quanto è importante per l'uomo respirare un aria pulita,un'aria vera e libera dove poter creare intorno a se e per gli altri uno spazio d'eternità.Tutto finisce, ma solo il bene e il bello che l'uomo e le donne di questo tempo e di tutti i tempi, riescono a vivere, resta per sempre e canta la gloria di Dio e la gioia dell'uomo. Buona domenica.

3 commenti:

  1. Ben arrivata nel mondo dei bloggers. Scriviamo dal 2003 su guanelliani.splinder.com e ci sembra un settore già inflazionato. Te ne accorgi quando vedi il counter va avanti e nessuno più lascia una traccia (questo buol dire blog= traccia sul web)nei commenti.
    Buon inizio cammino avventuale,
    don Nico

    RispondiElimina
  2. Maria Carmen02 dicembre, 2007

    Ciao Don Nico, grazie della tua accoglienza e dei tuoi auguri per l'avvento. L'avvento è un tempo liturgico per eccellenza della speranza. E il mio blog desidera fare questi cammini quotidiani di speranza con chi mi legge. A volte, l'ho sperimentato su me stessa, non si lasciano commenti nei blog per diversi motivi. Certe volte non ne hai voglia, altre volte la motivazione è che non ne hai il tempo e che non si può rispondere a tutti e su tutto, in quanto internet ti mette davanti infiniti blog o siti interessanti ed è difficile scegliere. A volte non abbiamo il coraggio del confronto o semplicemente non siamo abituati ad averlo . Io spero che chi mi legge abbia il desiderio di farlo, ma anche se questo non arrivasse o si fermasse dopo i primi entusiasmi, per me sarebbe già tanto sapere che qualcuno mi ha letto. Come contemplativa, ma anche come persona, non sono i risultati quelli che contano ma il bene che puoi tentare di fare. prega per me e ancora grazie. con amicizia .
    Maria Carmen

    RispondiElimina
  3. ciao e un caldo benvenuto da me... son capitato qui tramite il link di un altro mio amico blogger.
    Sono un semplice ragazzo (novello sposo) che umilmente cerca un'oasi cattolica in questo meandro mondo.. e non puoi immaginare la mia contentezza nel trovare un blog curato da una suora e per di più di clausura!!!
    Ho avuto disparate esperienze spirituali e tra queste penso che quelle più radicali abbiano portato più frutto poichè solo in quel modo si riesce a cogliere qualcosa dell'infinità di Dio...

    RispondiElimina